CortonaNotizie

Orto in condotta: Cortona e Slow Food insieme alle scuole

Il Comune di Cortona, la condotta Slow Food Valdichiana e i due Istituti Comprensivi di Cortona hanno firmato il protocollo d’intesa per il via al progetto “Orto in condotta” di Slow Food, presentato in un convegno a Cortona lo scorso maggio...

orto in condotta

Il Comune di Cortona, la condotta Slow Food Valdichiana e i due Istituti Comprensivi di Cortona hanno firmato il protocollo d’intesa per il via al progetto “Orto in condotta” di Slow Food, presentato in un convegno a Cortona lo scorso maggio. Tantissime le scuole che hanno già manifestato interesse ad aderire al progetto, sia dell’infanzia che primarie e con una speciale collaborazione della scuola secondaria di primo grado e dell’Istituto vegni, grazie ad un patto di collaborazione già in essere con il Comune. L’inverno servirà dunque per la preparazione del terreno e a primavera bambini e insegnanti potranno dare il via alla semina degli orti. Alcuni plessi già da anni stanno coltivando il proprio orto in cassetta.

La ricerca è aperta anche per i volontari e i “nonni ortolani” che potranno dare una mano alle scuole per la manutenzione degli orti e per trasmettere la propria esperienza ai piccoli coltivatori.

Orto in Condotta è il principale strumento di Slow Food per le attività di educazione alimentare e ambientale nelle scuole e, insieme agli studenti, gli insegnanti, i genitori, i nonni e i produttori locali costituiranno infatti la comunità dell’apprendimento per la trasmissione alle giovani generazioni dei saperi legati alla cultura del cibo e alla salvaguardia dell’ambiente.

L’Orto in Condotta prevede inoltre percorsi formativi per gli insegnanti per tutta la durata del progetto, triennale, e attività di educazione alimentare e del gusto e di educazione ambientale per gli studenti e seminari per genitori e nonni ortolani.

Il primo appuntamento è venerdì 11 novembre 2016, Festa Nazionale degli Orti in condotta in tutte le scuole d’Italia che aderiscono al progetto. La festa si celebra nel giorno di San Martino, il giorno dell’orto che va a riposo.

A San Martino inizia il riposo fisico del contadino e del suolo, ma continua il lavoro intellettuale e spirituale con la terra. Si tratta di un momento simbolico importante per il mondo contadino e anche per le comunità dell’apprendimento, che lavorano sull’Orto in Condotta tutto l’anno.

In primavera l’orto fa festa da sé, con fiori, insetti, erbe e prodotti, da novembre insegnanti e bambini iniziano a lavorare in classe sul tema dell’anno; la Festa è un modo per iniziare a lavorare su questi spunti e sentirsi parte di una grande rete.

Il tema di quest’anno è “Olio e Olive” e verrà festeggiato alla scuola primaria di Camucia per il Comprensivo Cortona 1 in occasione della giornata della messa a riposo dei terreni i banbini della scuola primaria di Camucia e i ragazzi della secondaria di primo grado di Camucia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il Comprensivo Cortona 2 alla scuola primaria e secondaria di primo grado di Montecchio venerdì si farà colazione con la bruschetta, grazie anche all’olio nuovo offerto dall’Associazione dei Frantoiani Cortonesi e al pane farina tipo 2 macinata a pietra, lo stesso che ogni giorno i bambini mangiano a mensa, offerto da Menchetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento