CortonaNotizie

"Così si scoraggiano i turisti", raffica di colpi alle auto in sosta

Una serie di furti compiuti ai danni di alcune autovetture, soprattutto di turisti stranieri, posteggiate nel parcheggio dello Spirito Santo, in prossimità delle scale mobili, ha creato allarme fra gli abitanti di Cortona

Immagine di repertorio

Una serie di furti compiuti ai danni di alcune autovetture, soprattutto di turisti stranieri, posteggiate nel parcheggio dello Spirito Santo, in prossimità delle scale mobili, ha creato allarme fra gli abitanti di Cortona, alimentando preoccupazione e insicurezza per il loro ripetersi.  L’ultimo episodio è accaduto pochi giorni fa. 

Per contrastare questo fenomeno, il comune di Cortona - spiega una nota - ha predisposto una serie di controlli quotidiani attraverso il personale della polizia municipale. Oltre all’impiego del personale in servizio, il comune è in attesa della disponibilità delle nuove telecamere di videosorveglianza che saranno utilizzate per monitorare l’intera zona: un’area che rappresenta una delle principali porte di accesso al centro storico cortonese. Il problema è molto avvertito dall’amministrazione comunale e il sindaco Luciano Meoni ha evidenziato le iniziative in via di sviluppo, non senza ringraziare gli stessi carabinieri per l’attività di controllo che stanno svolgendo. Il comune sottolinea, dunque, l’esigenza di adottare un sistema integrato di videosorveglianza e, al tempo stesso, condanna coloro che si rendono responsabili di atti vili che colpiscono l’immagine stessa della città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Speriamo – dichiara il sindaco Luciano Meoni – che gli autori dei furti siano individuati entro breve tempo. Altri colpi sono stati compiuti, con le stesse modalità, nella zona del vecchio mercato e questo ci obbliga a mettere in pratica ogni forma di controllo. Siamo convinti che la regia di questi atti delinquenziali sia la stessa e che l’installazione dei nuovi impianti di videosorveglianza possa aiutare ad arginare questo fenomeno».  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento