CortonaNotizie

Donata un'ambulanza alla Misericordia di Camucia

Il taglio del nastro e la benedizione ufficiale del mezzo è avvenuto questa mattina nel piazzale antistante la chiesa del Cristo Re della popolosa frazione cortonese. Il regalo della Banca Popolare di Cortona

Si è trasformato in un bel momento di festa il dono di una nuova e moderna ambulanza alla Misericordia di Camucia. Il taglio del nastro e la benedizione ufficiale del mezzo è avvenuto questa mattina nel piazzale antistante la chiesa del Cristo Re della popolosa frazione cortonese.

Presenti i vertici della Banca Popolare di Cortona artefice unica della donazione, con in testa il direttore generale Roberto Calzini e il Presidente Giulio Burbi.

Alla mattinata non è voluto mancare nemmeno il sindaco di Cortona Luciano Meoni.

“C’è sempre maggiore bisogno di doni così preziosi - ha sottolineato il primo cittadino Meoni – e il mio plauso va al consiglio di amministrazione della Banca che ha scelto di finanziare un intervento sociale di tale portata. Dopo questo lungo periodo di emergenza sanitaria tutti noi ci siamo ancora più resi conto quanto sia importante un servizio sanitario efficiente ed efficace. La Misericordia di Camucia è da sempre un punto di riferimento essenziale per il territorio e sicuramente saprà utilizzare al meglio questo nuovo mezzo di soccorso, così moderno e attrezzato, per il bene della nostra comunità”.

Particolarmente felici e soddisfatti i dirigenti dell’istituto di credito di Cortona che hanno fortemente voluto portare avanti questa iniziativa sociale nel pieno spirito di mutuo soccorso che contraddistingue la Banca da decenni.

“L’ambulanza non è solo ‘un pezzo di ferro’, quello che in termini informatici si chiama hardware”, sottolineano Il Presidente Giulio Burbi e il Direttore Generale della Bpc Roberto Calzini. “Non servirebbe a nulla senza la capacità, la professionalità, la passione dell’elemento umano nella macchina; e questo è costituito dalla donne e dagli uomini della Misericordia, che sono il software che fa funzionare i “pezzi di ferro”. Tutti questi valori, compreso l’elemento umano nella macchina, costituiscono da sempre il corredo cromosomico di una banca di Comunità come la nostra, che sta sul territorio da quasi 140 anni”.

L’ ambulanza oggi dismessa è stata donata dalla Misericordia di Camucia alla municipalità di Djilor in Senegal ed è già partita per il paese africano dove potrà continuare ad essere utile per la popolazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Con questo nuovo e bellissimo mezzo saremo in grado di espletare al meglio tutte le nostre attività quotidiane di trasporto urgenza– ha sottolineato durante l’inaugurazione il Governatore della Misericordia di Camucia Alessandro Grazzini. “Si tratta di uno straordinario regalo per l’intera comunità che ci onoriamo di servire con dedizione e passione da tanti anni. Un grazie alla Banca Popolare che in questi anni non ci ha mai lasciati soli”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Ciclista va in arresto cardiaco e cade rovinosamente. Rianimato: è grave

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

  • "Mio fratello era buono e solare. Lo porterò con me in un tatuaggio"

  • I 15 borghi fantasma della Toscana che dovreste visitare

  • Codice giallo per pioggia e temporali: l'elenco dei comuni aretini interessati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento