CortonaNotizie

Patria Nostra: "Una variante stranissima e controversa"

Turenci: "Non capiamo i reali motivi che spingono l'amministrazione comunale a gettare alle ortiche una pianificazione complessa già ultimata per proporre soluzioni la cui praticabilità è tutta da verificare"

Si fa sempre più serrato il dibattito tra le forze politiche sul completamento della variante che termina alla rotonda in località Mucchia e dovrebbe alleggerire il traffico veicolare a beneficio di Camucia e di Terontola. 

"La nuova amministrazione comunale non gradisce la soluzione che prevede il congiungimento con la superstrada Foligno - Siena all'altezza dello svincolo di Pietraia nonostante siano stati fatti, da almeno due anni, tutti necessari approfondimenti e sia già previsto lo stanziamento di 15 milioni di euro. La giunta Meoni ipotizza di indirizzare il nuovo tratto di variante sulla SS 71 senza specificare il punto di confluenza e come verrà superata la linea ferroviaria (sottopasso o ponte). Questa soluzione rischia di essere più complessa per presenza di edifici che possono interferire con l'opera, rendendo necessari i provvedimenti conseguenti. 
I cittadini di Cortona seguono con comprensibile trepidazione le decisioni che saranno adottate e rischiano di fare slittare ulteriormente la realizzazione di un'opera di fondamentale importanza. 

"Cortona Patria Nostra" continua ad interrogarsi sui reali motivi che spingono l'amministrazione comunale a gettare alle ortiche una pianificazione complessa già ultimata per proporre soluzioni la cui praticabilità è tutta da verificare. Entrambe le ipotesi comportano l'esproprio di terreno agricolo a condizioni non esattamente vantaggiose per i proprietari. Crediamo sia estremamente semplice individuare i proprietari dei terreni coinvolti nell'ipotesi "Pietraia" che ora si vuole accantonare. Se fossero (non vogliamo neanche prendere in considerazione questa ipotesi....) persone legate da vincoli di parentela con esponenti politici o personaggi eccellenti legati da rapporti di collaborazione con questa amministrazione, sarebbe tutto molto chiaro. Il cambiamento che auspicavamo doveva essere essenzialmente nella mentalità e nei metodi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli interessi della comunità cortonese devono venire prima di quelli dei privati altrimenti il tanto agognato e sospirato "cambiamento" rischia di continuare ad essere una burletta e a provocare delusioni cocenti, sconcerto e riprovazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gatto morde la proprietaria e poi muore, era infetto da particolare Lyssavirus. E' il secondo caso al mondo

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Gatto infetto da Lyssavirus, due ordinanze urgenti del sindaco. Sequestrati gli altri animali della famiglia

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • "Gatto morto, tecnici in arrivo da Padova per analizzare le colonie di pipistrelli". Ad Arezzo il primo passaggio a un felino

  • Tre aretini positivi al Covid: c'è anche un bimbo di 1 anno. Un decesso al San Donato

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento