CortonaNotizie

"Cento famiglie contro il nuovo supermercato. Il sindaco ci ascolti"

Il 17 gennaio oltre 100 famiglie, per la maggior parte residenti in via XXV Aprile e dintorni, hanno sottoscritto una petizione presentata al sindaco di Cortona, Luciano Meoni

Il 17 gennaio oltre 100 famiglie, per la maggior parte residenti in via XXV Aprile e dintorni, hanno sottoscritto una petizione presentata al sindaco di Cortona, Luciano Meoni, per chiedere un incontro e ridiscutere la scelta di autorizzare la costruzione di un nuovo supermercato in zona Maialina.

In merito al supermercato in questione, il M5S ha sempre dichiarato la sua contrarietà, anche in consiglio comunale alla variante semplificata al Piano regolatore, che consentirebbe l'unione di due comparti così da avere i requisiti per l'apertura di una nuova media struttura di vendita, cosa che non sarebbe possibile, bene chiarirlo, senza l'approvazione della variante da parte dell'attuale maggioranza.

“Sosteniamo la raccolta firme dei cittadini di via XXV Aprile – dichiarano gli attivisti del MeetUp M5S di Cortona, insieme alla loro portavoce in parlamento Chiara Gagnarli - sarebbe l'ennesimo supermercato nella stessa zona a Camucia. Sosteniamo la petizione e le loro motivazioni, come abbiamo fatto in passato, contro la mancanza di una attenta valutazione degli aspetti urbanistici, di viabilità, e di opportunità commerciale. Il Sindaco prenda atto delle volontà dei suoi concittadini e smetta di giocare a nascondino con le sue responsabilità, le scelte devono essere chiare e non mistificate da scuse di fantomatici permessi già esistenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tensione al supermercato: zuffa tra due signore, arrivano i Carabinieri

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Coronavirus, Ghinelli a Firenze: "Proporrò la chiusura delle scuole"

  • Coronavirus, numeri telefonici presi d'assalto. Rossi: "Negli ospedali percorsi dedicati". L'appello ai cittadini

  • Coronavirus, Arezzo fa prevenzione. Dal Ministero: "Isolamento obbligatorio in caso di contatto con infetti"

  • Sparisce anche la farina dagli scaffali Esselunga. "Qui si sta esagerando"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento