CortonaNotizie

Studenti del Classico di Cortona ospiti ad Ottobrunn

La città del capitano delle SS che ha ordinato la strage di Falsano accoglie studenti e docenti all’insegna della riconciliazione. Giugno 1944. A Falsano, nella montagna cortonese, vengono uccisi quattro contadini. Altre undici persone vengono...

studenti-classico-cortona

La città del capitano delle SS che ha ordinato la strage di Falsano accoglie studenti e docenti all’insegna della riconciliazione.

Giugno 1944. A Falsano, nella montagna cortonese, vengono uccisi quattro contadini. Altre undici persone vengono rinchiuse in una casa colonica che viene fatta esplodere.

A dare l’ordine è Josef Scheungraber, giovane comandante delle SS, per vendicare l’uccisione di due soldati tedeschi da parte dei partigiani.

Schoungraber sarà processato nel 2006 dal Tribunale Militare di La Spezia e nel 2008 dal Tribunale di Monaco. Condannato in entrambi i processi, morirà nel 2010 senza mai ammettere le proprie responsabilità.

Gennaio 2018. Tredici studenti e due insegnanti del Liceo Classico di Cortona sono ospiti di Ottobrunn, vicino a Monaco di Baviera, cittadina in cui Schoungraber ha vissuto dopo la guerra, riprendendo tranquillamente la sua attività di falegname.

Dopo oltre settanta anni dalla strage di Falsano, la comunità di Ottobrunn, sentendo il peso della responsabilità, ha voluto intraprendere la strada della riconciliazione accogliendo la delegazione cortonese. Studenti e insegnanti sono stati ospiti delle famiglie di Ottobrunn, sono stati accolti dal sindaco della città e dalla Scuola Montessori, hanno passato un’intera giornata presso un centro di accoglienza per immigrati, hanno approfondito lo studio del periodo nazista insieme ad altri studenti tedeschi del Gymnasium. Particolarmente interessanti il seminario presso il Centro di Documentazione sul Nazionalsocialismo di Monaco e la visita al campo di concentramento di Dachau, per capire come sia nata l’ideologia e poi la dittatura nazista.

Giorni intensi di studio, di riflessione e confronto, altamente formativi per studenti e docenti.

Un’esperienza umana e culturale senza pari che testimonia come occasioni di scambio e dialogo siano necessarie per superare i drammi della storia.

Il sindaco di Ottobrunn, Thomas Loderer (il primo in alto a destra), e due membri del consiglio comunale con la delegazione cortonese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra tir in A1: corsia a lungo chiusa, caos traffico. Due feriti estratti dalle lamiere

  • Sugar è il miglior negozio del pianeta: Arezzo sul tetto del mondo con Mosca e Tokyo

  • "Ciao Nicola, gigante dal cuore gentile". Croce Rossa e Sbandieratori in lutto per l'improvvisa scomparsa di Bocciardi

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Bimbo aretino nasce con l'intestino nel torace: salvato con rarissimo intervento

  • Mamma e figlia di 3 anni inseguite e minacciate per via di un parcheggio: "Siamo dovute correre dentro l'asilo"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento