CortonaNotizie

Variante Sr71, Ceccarelli a Meoni e Casucci: "Rivedere il tracciato comporterebbe perdita del finanziamento"

Altre ipotesi progettuali già scartate da tempo. Rivedere il tracciato comporterebbe la perdita del finanziamento, le spiegazioni dell'assessore Ceccarelli

L'assessore Vincenzo Ceccarelli

Il progetto della variante alla Sr 71 in località di Petraia sta per essere messo a gara e non è possibile effettuare una revisione senza andare oltre i termini previsti per accedere al finanziamento FSC. A ricordarlo è l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, che risponde alla proposta del consigliere regionale della Lega Marco Casucci e del sindaco di Cortona Luciano Meoni di 'ripensare' e il progetto della variante alla Sr 71 umbro-casentinese.

"Si tratta di un'opera fortemente richiesta dal territorio – spiega Ceccarelli - voluta per fluidificare il traffico e mettere insicurezza la viabilità. Adesso che l'opera sta finalmente per entrare nella fase attuativa, ecco che il consigliere Casucci e il sindaco Meoni, anche in precedenza ben consapevoli di quanto progettato, si svegliano e chiedono che si metta tutto in discussione e si ricominci da capo a pensare, a valutare, progettare una nuova soluzione". L’assessore continua: "Ricordo a Casucci e Meoni, anche se da amministratori pubblici dovrebbero ben saperlo, che la variante alla Sr 71 è stata finanziata con risorse FSC- Fondo di Sviluppo e Coesione, che prevedono tempi di realizzazione certi, non riflessioni infinite, pena la perdita del finanziamento”.

“Per arrivare a questo punto – conclude Ceccarelli - sono occorsi due anni, vari livelli di progettazione, la Conferenza dei Servizi, l’assoggettabilità a Valutazione di impatto ambientale. Durante questo percorso è stata valutata anche la possibilità di ri-utilizzare la vecchia strada provinciale adeguandola, ma l'ipotesi è stata scartata da tempo perché rischiosa dal punto di vista idraulico ed anche perché sarebbe stato necessario l'abbattimento di alcune abitazioni. Quindi, se il risveglio di Casucci è Meoni è dovuto alla volontà di compiacere qualche proprietario dei terreni che saranno attraversati dalla nuova infrastruttura, ricordo loro che,  come dovrebbero ben sapere, tutte le soluzioni alternative sono sono state vagliate e scartate, quindi rischiano di prendere in giro gli eventuali interessati. Se invece il consigliere e il sindaco semplicemente non vogliono pi&ugrave ; la realizzazione dell'opera, facciano una richiesta formale. Garantisco che la Regione ha molte altre richieste di finanziamento alle quali indirizzare i 15 milioni che sarebbero serviti per la variante alla Sr 71”.

Sullo stesso tema interviene anche il Pd di Cortona:

"Grazie a Casucci e Meoni, Cortona rischia di perdere un investimento di oltre 15 milioni. Il progetto di variante alla Pietraia è di tutti i cittadini e non deve seguire logiche di bandiera." 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il consigliere regionale della Lega Casucci e il Sindaco di Cortona Meoni hanno recentemente dichiarato di voler rivedere il progetto della variante alla Sr 71 in località di Petraia. Ancora una volta la nuova Amministrazione comunale, invece di rallegrarsi per un colossale intervento di oltre 15 milioni di euro, trova il modo per rischiare di perdere il finanziamento, impoverendo il nostro territorio. Va notato che il percorso di confronto e condivisione con i cittadini del posto è stato continuo. Ribadiamo l’importanza di un’opera che consentirà di deviare il traffico pesante dal raccordo Perugia-Bettolle alla variante, senza più dover percorrere la SR 71 (sarà compito dell'Amministarzione di Cortona imporre almeno questa limitazione, visto che tutta l'opera è stata finanziata dalla Regione attraverso fondi europei).
Se Casucci e Meoni intendono far perdere le risorse al nostro territorio per fini strumentali e di bandiera politica, lo dicano chiaramente: il tempo delle parole è finito da molto, e la variante attesa dai cittadini sarà completata grazie alla Regione Toscana e al suo assessore Vincenzo Ceccarelli, che ringraziamo per le risorse destinate al nostro Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gilet arancioni in piazza, Vasco Rossi rilancia il post di Scanzi: "La farsa ha preso il posto della realtà"

  • Non solo in tv: la Crew Dragon sarà visibile anche nei cieli italiani

  • Scontro frontale tra due moto: morto un centauro di 48 anni

  • Buoni postali fruttiferi, 100mila euro riconosciuti a un risparmiatore aretino. Il caso

  • Mascherine: dal 31 maggio stop alla distribuzione nelle farmacie, in arrivo nuove modalità

  • Obbligo di mascherine sempre, ecco cosa dice l'ordinanza del sindaco

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento