CortonaNotizie

La cultura dell'olio, a Cortona un incontro conferenza con gli olivicoltori

Si torna a celebrare l’olivo a Cortona, uno degli elementi più caratterizzanti del paesaggio cortonese ed eccellenza assoluta tra le produzioni enogastronomiche locali. Domenica 17 dicembre nella sala del Consiglio Comunale è in programma un...

coltivazione-ulivi

Si torna a celebrare l’olivo a Cortona, uno degli elementi più caratterizzanti del paesaggio cortonese ed eccellenza assoluta tra le produzioni enogastronomiche locali.

Domenica 17 dicembre nella sala del Consiglio Comunale è in programma un incontro-conferenza tra cittadini e olivicoltori promosso dall’Amministrazione Comunale e dall’Associazione Frantoiani e Olivicoltori di Cortona e dal suo presidente Claudio Salvadori.

Il programma prenderà il via alle 10 con l’introduzione dell’Assessore all’Agricoltura e Attività Produttive Albano Ricci, seguiranno gli interventi del Dott. Agr. Mazzarella Francesco che affronterà i temi relativi all’Annata Olivicola 2017

nel territorio Cortonese, del Dott. Agr. Marchesini Roberto che parlerà delle caratteristiche degli Oli e del Prof. Piero Toti che affronterà il tema della conservazione dell’Olio.

Al termine premiazione del Concorso Olio di Cortona.

Nei mesi scorsi si sono svolte ben due selezioni a Farneta e Terontola, da queste sono stati selezionati vari produttori che si contenderanno i premi che riguarderanno la tipicità, gli elementi di equilibrio e fruttato.

Al termine ai partecipanti sarà offerto un Buffet.

Secondo i dati dell’Associazione Frantoiani e olivicoltori cortonesi la produzione 2017 ha subito un calo di circa il 70%, dovuto alle condizioni di estremo caldo e mancanza di piogge che da primavera fino all’autunno hanno caratterizzato il nostro territorio.

L’estremo caldo non ha dato la possibilità al fiore di aprirsi ed è mancata la fase dell’impollinazione. La grande responsabilità è da additare infatti alle alte temperature primaverili che poi si sono sviluppate nel corso della stagione fino a toccare temperature elevatissime durante il periodo estivo. La raccolta è partita in anticipo di circa due settimane, ma la totale assenza di parassiti ed in particolare della mosca hanno fatto si che l’olio prodotto, anche se in così minima quantità rispetto allo scorso anno, sia di altissima qualità.

La situazione è a macchia di leopardo, con aziende che hanno pochissime olive e altre che proprio non le hanno.

Il territorio cortonese è ricco di piccoli produttori, siamo nell’ordine dei 5mila microproduttori, che, oltre a produrre olio di alto livello, curano i terreni e le piante con grande cura e rappresentano anche un elemento fondamentale per la salvaguardia dell’unicità del nostro paesaggio.

I premi che verranno consegnati domenica 17 dicembre vogliono anche rappresentare un riconoscimento a questo ruolo dei coltivatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Così sono nate le 6000 sardine": storia di Giulia, l'aretina che ha creato con tre amici il movimento anti Salvini

  • "E' il bar della droga". Il questore di Arezzo lo chiude 10 giorni

  • Aleandra Checcacci è stata ritrovata: è ricoverata all'ospedale di Saronno. Era scomparsa dal 31 luglio

  • La pioggia fa paura: allagamenti, frane e fiumi in piena. Una famiglia evacuata. Chiusa per ore l'A1

  • Salvini contro Scanzi: "Ossessionato da me e dalla Lega". Il giornalista: "Il mio libro gli dà fastidio"

  • Auto trascinata dalla corrente, vigili del fuoco al lavoro per il recupero

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento