CortonaNotizie

"I nostri ammalati lasciati al caldo negli ospedali"

Nota del consigliere regionale Marco Casucci (Lega): "I condizionatori attuali non sono evidentemente sufficienti per far vivere una decente degenza ai pazienti"

"Gli ospedali della provincia di Arezzo saranno pure strutture vecchie, come ha sottolineato la Asl nella risposta alla mia interrogazione, ma non si possono lasciare i nostri malati al caldo". Nota del consigliere regionale Marco Casucci (Lega).

"I condizionatori attuali non sono evidentemente sufficienti per far vivere una decente degenza ai pazienti. Ci sono ospedali e reparti dove i motori dei gruppi di condizionamento sono tarati, da progetto, per una temperatura esterna di 35°. E quindi in pratica ai pazienti, di fronte alle varie ondate di caldo africano, non resta che sopportare e soffrire in silenzio. In ospedale si va per essere curati e non per continuare a soffrire o magari per ammalarsi ulteriormente. Nell'ospedale Santa Maria alla Gruccia del Valdarno, ad esempio, questa estate si sono verificati notevoli disagi legati al funzionamento ridotto degli impianti di climatizzazione. L'Asl mi ha risposto che integrare gli impianti esistenti richiederebbe importanti risorse. Per la Lega la salute dei cittadini non è una questione di risorse ma di priorità. La Regione deve investire sugli impianti di climatizzazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tensione al supermercato: zuffa tra due signore, arrivano i Carabinieri

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Coronavirus, Ghinelli a Firenze: "Proporrò la chiusura delle scuole"

  • Coronavirus, numeri telefonici presi d'assalto. Rossi: "Negli ospedali percorsi dedicati". L'appello ai cittadini

  • Coronavirus, Arezzo fa prevenzione. Dal Ministero: "Isolamento obbligatorio in caso di contatto con infetti"

  • Sparisce anche la farina dagli scaffali Esselunga. "Qui si sta esagerando"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento