CortonaNotizie

Un nuovo Frecciarossa in arrivo alla stazione di Terontola

Si tratta di una risposta puntuale alle esigenze dell’area del Trasimeno e della Valdichiana aretina e senese

E' un tassello ulteriore per il potenziamento del trasporto ferroviario in un’area strategica del territorio toscano e umbro. Dal prossimo mese di giugno, in occasione del cambio di orario, fermo restando il graduale superamento dell’emergenza sanitaria, il Frecciarossa che parte da Perugia alle 5.30, diretto a Milano Porta Garibaldi e a Torino, fermerà, quasi certamente, alla stazione di Terontola. Manca soltanto il parere favorevole della regione Toscana, dopo che è arrivato il via libera da parte della regione Umbria e di Trenitalia.

Si tratta di una risposta puntuale alle esigenze dell’area del Trasimeno e della Valdichiana aretina e senese, della quale potranno beneficiare gli abitanti dell’intero comprensorio. 

Il sindaco di Cortona, Luciano Meoni e l’assessore comunale ai trasporti, ingegner Silvia Spensierati, la quale si è fatta portavoce della proposta tecnica del progetto, appoggiata da tutto il territorio cortonese, commentano con soddisfazione la decisione della regione Umbria, presa dopo una serie di accordi con le autorità istituzionali competenti.

"Ringraziamo l'assessore regionale Enrico Melasecche – hanno affermato il sindaco Meoni e l’assessore Spensierati – per la disponibilità dimostrata nel valutare la fattibilità della proposta da noi formulata, le cui ricadute sono significative sia per il comprensorio toscano, sia per quello umbro. Un ringraziamento particolare - hanno concluso Meoni e Spensierati – va al consigliere regionale della Toscana Marco Casucci, il quale sta dando un contributo importante alla soluzione di problemi, come quelli dei collegamenti ferroviari, che perdurano, ormai, da molti anni; al senatore Luca Briziarelli, che si è da subito attivato per sostenere l’opportunità di questa scelta e al consigliere regionale umbro, Eugenio Rondini che ha compreso le necessità di tutto il territorio. Auspichiamo che anche la regione Toscana venga oltre".

Secondo il primo cittadino di Cortona, la fermata dell’alta velocità a Terontola è un’opportunità da non lasciarsi sfuggire, soprattutto adesso che l’iter per la sua istituzione è, ormai, vicino a essere terminato. La zona del cortonese rimane strategica e la sosta del Frecciarossa a Terontola permetterebbe di dare un’ulteriore risposta alle richieste dei cittadini per i loro spostamenti a media-lunga percorrenza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Esprimo soddisfazione perché è stato portato a termine con successo un impegno che ci eravamo presi: il treno Frecciarossa, con partenza alle 5.30 da Perugia per Milano, fermerà quasi sicuramente a Terontola-Cortona, una volta terminata l'emergenza Covid-19. Un risultato ottenuto grazie alla sinergia ed al confronto tra la Regione Umbria, guidata dalla Presidente Donatella Tesei, e l'amministrazione comunale di Cortona - dichiara il consigliere regionale Marco Casucci (Lega) - La fermata del Frecciarossa a Terontola rappresenterà un rilancio per il territorio di Cortona e per l'intera Valdichiana, dal punto di vista turistico ed economico, arricchendo l’offerta delle soluzioni a disposizione delle comunità. Una risposta che arriva in un momento delicato, come quello che stiamo vivendo, in cui oltre all'emergenza sanitaria è necessario gettare le basi per la ripresa economica, che passa anche dai trasporti. La Regione Toscana adesso deve fare la propria parte perché la fermata a Terontola è richiesta a gran voce, non solo dai comuni umbri, ma anche dai cittadini di Cortona e della Valdichiana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Arezzo, già 12 casi di Legionella. La Asl: "Ecco come si può contrarre e come prevenirla"

  • Travolta dal marito in retromarcia: è in prognosi riservata

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

  • Un'altra vittima in moto: scontro fatale per un 61enne. Era presidente del Consorzio Agrario di Ancona

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento