CortonaNotizie

Crocifisso in consiglio comunale. Mozione approvata, Lega: "Soddisfatti"

Nicola Mattoni è il segretario provinciale del partito di Matteo Salvini

Nicola Mattoni, segretario provinciale Lega

"Siamo molto soddisfatti di questo primo risultato".
A prendere la parola è Nicola Mattoni, capogruppo in consiglio comunale a Cortona per la Lega.
E' proprio lui ad intervenire prendendo parola dopo l'approvazione della mozione riguardante la presenza del crocifisso all'interno dell'aula dell'assise cittadina. 

"Pur ritenendo fondamentale il valore della laicità dello stato, il crocifisso, è un simbolo dei valori della nostra cultura, che da troppo tempo era stato messo da parte. Ci tengo a ribadire che anche se il relatore di questa mozione è il sottoscritto, è stata voluta e condivisa da tutto il gruppo Lega".

"Crocifisso strumentalizzato", Pd contro Lega in Consiglio comunale

Sulla stessa questione è intervenuto anche il consigliere regionale Marco Casucci.

"Rimandiamo al mittente le sterili accuse di strumetalizzazione: il crocifisso deve essere visto come il simbolo dei valori universali di libertà, tolleranza e uguaglianza, e di simboli in questa società, dominata dalla mentalità consumistica, vi è assoluto bisogno. Anche al comune di Cortona, così come fatto a Arezzo, Grosseto, Montevarchi, Pistoia, siamo riusciti in un grande risultato che segna un'inversione di pensiero rispetto alla scorsa consiliatura cortonese. Se di strumentalizzazione si deve parlare va fatto con riferimento alla legge a favore degli immigrati clandestini, approvata in consiglio regionale, che il governatore Rossi ed il Pd hanno chiamato legge sui "diritti samaritani". Il Partito democratico, dove rimane maggioranza, tende a nascondere l'identità cristiana. In consiglio regionale, infatti, sono stati bocciati sia la mozione sull'esposizione del crocifisso sia la proposta di legge statutaria del riconoscimento delle radici cristiane della Toscana, presentati dal gruppo della Lega. Faccio riferimento al pensiero di illustri personaggi della storia italiana da Benedetto Croce ad Oriana Fallaci, i quali distinsero bene tra laicità e laicismo. Sono particolarmente fiero di aver dato il mio contributo in questi anni per rilanciare il tema dell a nostra identità cristiana anche in Toscana, ed elogio il nostro gruppo a Cortona per la sensibilità dimostrata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Una tempesta ferma due treni, sfonda finestrini e ferisce i passeggeri. Maxi esercitazione in provincia di Arezzo

  • Incidente lungo la Regionale 71. Due giovani ferite

  • La discussione e poi la tragedia: le ultime ore di Fabrizio morto lungo la Siena-Perugia

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Caos alla stazione: studente di 15 anni pestato finisce in ospedale

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento