CortonaNotizie

Cortona e Pompei, tra Storia e gusto: cena al Falconiere, lectio magistralis di Giulierini e mostra al Maec

Una lectio magistralis del direttore del Mann Paolo Giulierini oltre ad una cena a 4 mani curata da chef stellati del calibro diPaolo Gramaglia e Silvia Baracchi

La mostra “1738 La Scoperta di Ercolano Marcello Venuti: politica e cultura fra Napoli e Cortona” ospitata al MAEC continua a far parlare di sé anche attraverso iniziative collaterali degne di nota. 

Il legame importante, che lega Cortona alla terra campana nato grazie all’opera dell’illustre erudito settecentesco Marcello Venuti, sarà celebrata anche a tavola con una serata in programma il prossimo 24 maggio al Relais Il Falconiere. A consolidare questa amicizia tra Cortona e Napoli ci penseranno lo chef Paolo Gramaglia, 1 stella Michelin del Ristorante President di Pompei, e Silvia Baracchi, 1 stella Michelin del Ristorante Il Falconiere, nonchè padrona di casa. Prepareranno piatti che richiamano la storia del vulcano più antico del mondo, il Vesuvio, meraviglioso e spaventoso nella sua potente maestosità e che così tragicamente ha segnato i destini di Pompei ed Ercolano. La fantasia degli Chef, lo studio dei reperti perfettamente conservati sotto il fiume di fango incandescente, ha loro permesso di creare nuove declinazioni per offrire piatti eleganti ed invitanti. (Informazioni e prenotazioni 0575612679 o info@ilfalconiere.com). Paolo e Silvia, per altro, sono legati da una amicizia che travalica la loro professionalità, un sodalizio culinario  che li ha portati a collaborare tantissime volte, su prestigiosi  palcoscenici  sia in Italia che all’estero.

Per l’occasione Il Falconiere, con la collaborazione del museo MAEC, ha creato un pacchetto che oltre alla cena, comprende la visita guidata della mostra su Ercolano prevista per sabato 25 maggio alle ore 10.30 con partenza dall’hotel Falconiere con navetta riservata.

Il secondo appuntamento da non perdere, legato alla mostra, è in programma nell’ambito del fortunato ciclo di conferenze “Incontrarsi a maggio” ospitato e organizzato all’interno dell’Hotel San Michele di via Guelfa. 

Protagonista dell’appuntamento in programma il 25 maggio alle ore 18 sarà Paolo Giulierini direttore del Mann e ancora oggi direttore del MAEC che ripercorrerà il progetto espositivo voluto dai due musei. In questa occasione sarà anche presentato il catalogo della mostra. 

Al termine dell’incontro sarà lo stesso Giulierini ad accompagnare il pubblico in mostra per una speciale visita guidata.

La nota del Ristorante Il Falconiere

Un legame importante quello che lega Cortona alla terra Campana: esso nasce infatti con un illustre Cortonese, Marcello Venuti, uno dei fondatori dell’Accademia Etrusca, duecentoottantuno anni fa, nel 1738, quando fu incaricato dal Re di Napoli di sovrintendere agli scavi di Ercolano.

Egli identificò per primo gli scavi sotto l’abitato di Résina, con i resti dell’antica città di Ercolano sepolta dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.: oggi possiamo ammirare quei reperti al nostro Museo Maec, in una splendida mostra la cui visita guidata, siamo lieti di offrire ai nostri Ospiti.

Un triplice legame che unisce anche la storia del vulcano più antico del mondo, il Vesuvio, meraviglioso e spaventoso nella sua potente maestosità e che così tragicamente ha segnato i destini di Ercolano e di Pompei.

Una grande mostra - spiega una nota del Falconiere - quella che ammireremo al museo Maec e che vogliamo celebrare il prossimo 24 maggio, con una cena a 4 mani di due Chef stellati, che attraverso i loro piatti faranno rivivere questa storia: da Pompei lo chef Paolo Gramaglia, 1 stella Michelin del Ristorante President, e la nostra Silvia Baracchi, 1 stella Michelin del Ristorante Il Falconiere a Cortona, padrona di casa.

La fantasia degli Chef, lo studio dei reperti perfettamente conservati sotto il fiume di fango incandescente, ha loro permesso di creare nuove declinazioni per offrire piatti “ di un tempo senza tempo”, che saranno gustati il prossimo venerdì 24 Maggio presso il Ristorante il Falconiere a Cortona.

Paolo Gramaglia è l’executive chef e patron del ristorante President di Pompei, la cui passione per la cucina nasce praticamente con lui. Dopo gli studi matematici, che gli hanno conferito un senso di precisione mentale importante, si è formata in lui l’idea che “da grande” volevo fare il cuoco. Nel 2006 Paolo si pone da solo al comando del ristorante e dà una caratterizzazione sempre più specifica al suo locale ed alla sua cucina. I riconoscimenti non tardano ad arrivare con la presenza su tutte le più autorevoli guide del settore, sia nazionali che estere, Michelin, Espresso, Gambero Rosso, Slow Food, solo per citarne alcune.
Il 2015 è l’anno del President. Paolo prima ottiene il cappello della Guida dell’Espresso e, poi, la consacrazione tra i grandi della gastronomia, con il prestigioso riconoscimento della Stella Michelin.
Pompei è storia, cultura, gastronomia e per uno chef stellato di Pompei fare conoscere le proprie radici è un grande privilegio ed al contempo una grande responsabilità, poiché “con il nostro lavoro all’estero rappresentiamo non solo le nostre filosofie di cucina, ma, anche e soprattutto, l’Italia e la grande cultura eno-gastronomica che costituisce uno dei più grandi simboli del nostro Paese”
Lo studio ultraventennale dello chef Gramaglia sui pani ed i cibi dell’antica Pompei ha fatto sì che con Paolo, questo importante progetto prendesse vita e respiro internazionale gastronomico ed arrivasse e fosse conosciuto nei più importanti eventi nel mondo.

Silvia Baracchi si definisce “ veramente Etrusca” ed è cresciuta a Cortona nel cuore della più bella e suggestiva zona dell’Etruria: figlia di genitori ristoratori è cresciuta a diretto contatto col mondo dell’ospitalità.Il Falconiere è nato per la mia grande passione per la cucina nel 1998, in un periodo particolare in cui c'era tanta voglia di luoghi nuovi, immersi nella natura con una cucina dalle caratteristiche particolari. Così è partita l'idea di trasformare l'antica limonaia della villa Baracchi in un ristorante di nuova impostazione, tante idee e voglia di fare e stupire.

Tanto impegno insieme all’amico ed Executive Chef Richard Titi, che ha portato nel 2002 la prestigiosa Stella Michelin, unica ancora oggi nella provincia di Arezzo.
Una delle poche donne Chef, stellate, Silvia non è nuova alla reinterpretazione della nostra storia nei suoi piatti, ha presentato infatti menù a tema Etrusco, un menù Rinascimentale dedicato a Piero della Francesca e quello oggi in Carta al ristorante Il Falconiere, dedicato a Leonardo da Vinci nell’anno del cinquecentenario.

Paolo e Silvia sono legati da una amicizia che travalica la loro professionalità, un sodalizio culinario che li ha portati a collaborare tantissime volte, su prestigiosi palcoscenici sia in Italia che all’estero.

Per l’occasione Il Falconiere ha creato un pacchetto che oltre alla cena, comprende la visita guidata al Museo del MAEC della Mostra di Ercolano per il giorno sabato 25 Maggio alle ore 10.30 con partenza dall’hotel con navetta riservata.

Per ulteriori informazioni e per prenotazioni 0575612679 o info@ilfalconiere.com

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cibo e Vino, potrebbe interessarti

  • Girogustando: tappa all’Osteria dei Mercanti

    • solo domani
    • 22 ottobre 2019
    • Osteria dei Mercanti

I più visti

  • La grande parata Disney arriva ad Arezzo

    • Gratis
    • 17 novembre 2019
    • Centro storico
  • Leonardo da Vinci, mostra a Monte San Savino

    • dal 4 maggio al 28 ottobre 2019
    • Museo del Cassero
  • A Sansepolcro ti aspetta la mostra “LEONARDO DA VINCI: VISIONS”!

    • dal 14 marzo 2019 al 24 febbraio 2020
    • Museo Civico “Piero della Francesca” di Sansepolcro (AR)
  • La regola di Piero: Mimmo Paladino dialoga con il maestro della luce

    • dal 15 giugno 2019 al 31 gennaio 2020
    • Varie sedi
Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento