CortonaNotizie

Cortona, interventi sui cimiteri comunali per le salme a terra

In ottemperanza alle Leggi dello Stato e del Regolamento di Polizia Mortuaria del Comune di Cortona approvato con Delibera Di Consiglio n.74 del 30/07/1998, l’Amministrazione Comunale di Cortona ha predisposto un programma di esumazioni ordinarie...

Cimitero-3

In ottemperanza alle Leggi dello Stato e del Regolamento di Polizia Mortuaria del Comune di Cortona approvato con Delibera Di Consiglio n.74 del 30/07/1998, l’Amministrazione Comunale di Cortona ha predisposto un programma di esumazioni ordinarie presso alcuni cimiteri del territorio comunale.

L'operazione, resa necessaria dai termini di legge, sarà portata avanti nel massimo rispetto dei defunti e delle loro famiglie; per questo l'Amministrazione Comunale e la Cortona Sviluppo srl, che gestisce i servizi cimiteriali, si rendono disponibili a dare tutte le informazioni e i tempi necessari affinché i singoli interventi possano essere ampiamente pianificati e concordati con i familiari dei defunti.

Questo provvedimento per il momento riguarda solo le salme a terra dei cimiteri di Calcinaio, Farneta, Fratta, Montecchio del Loto, Pergo, S. Eusebio, S. Lorenzo, S. Marco in Villa, Terontola e Torreone. In questi Cimiteri sono presenti numerose sepolture ultradecennali relative a salme sia identificate che anonime o non più identificabili e che, ai sensi ed effetti di legge, per le stesse la durata dei dieci anni dal seppellimento è ampiamente trascorsa.

In ogni area cimiteriale interessata dalle esumazioni sarà affisso un apposito avviso con tutte le informazioni e la Cortona Sviluppo pubblicherà per ogni Cimitero il calendario delle operazioni di esumazione.L’Amministrazione ha deciso di iniziare gli interventi con le salme inumate da oltre 15 anni.

Coloro che abbiano interesse a raccogliere i resti per deporli in loculi o cappelle già nelle proprie disponibilità o in cellette, dovranno rivolgere la relativa richiesta alla Società Cortona Sviluppo, in alternativa si provvederà a collocarli all'interno di ossari comuni.

Nel momento della riesumazione i cimiteri, per motivi di igiene e sicurezza, saranno interdetti al pubblico.

Le operazioni sopra indicate saranno eseguite a partire dal 10 gennaio 2017.

I familiari che intendono tumulare i resti mortali dei propri cari sono invitati a presentarsi presso l'Ufficio di Cortona Sviluppo entro il 31/12/2016 per disporre sulla destinazione dei congiunti.

I resti mortali delle salme esumate per i quali sia mancata la presentazione dei familiari o non vi sia nessuna indicazione saranno custoditi nel deposito dello stesso cimitero per almeno 6 mesi dalla data di esumazione e successivamente collocati presso l'ossario comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutte le informazioni dettagliate in merito alle procedure di esumazione sopra descritte,

potranno essere reperite presso gli uffici di Cortona Sviluppo ubicati in Via Guelfa, 40 tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 o contattando il numero telefonico 0575/630137 e nel sito del comune di cortona www.comunedicortona.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gatto morde la proprietaria e poi muore, era infetto da particolare Lyssavirus. E' il secondo caso al mondo

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Gatto infetto da Lyssavirus, due ordinanze urgenti del sindaco. Sequestrati gli altri animali della famiglia

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • "Gatto morto, tecnici in arrivo da Padova per analizzare le colonie di pipistrelli". Ad Arezzo il primo passaggio a un felino

  • Tre aretini positivi al Covid: c'è anche un bimbo di 1 anno. Un decesso al San Donato

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento