CortonaNotizie

Camucia, la Asl fa chiarezza sulla farmacia: "A rischio solo i contatti stretti"

Non rientrano pertanto nella definizione di contatto stretto tutti i clienti rimasti all'interno della farmacia, nelle vicinanze del personale della farmacia, per meno di 15 minuti

La farmacia chiusa in paese e le voci, tante, che si susseguono. Per fare chiarezza sul caso di covid-19 che ha interessato ieri il personale della farmacia Biancchi di Camucia interviene la Asl che intende specificare cosa è un contatto stretto e dare particolari indicazioni a chi fosse passato in farmacia nei giorni precedenti al fine di definire il possibile contagio da Coronavirus dei clienti.

I contatti a rischio

I contatti della farmacia sono da considerare a rischio solo ed esclusivamente se rientrano nelle definizioni di “contatto stretto” come definito dal Ministero della Salute, ovvero chi ha avuto un contatto fisico diretto, per esempio stretta di mano, oppure  un contatto diretto, faccia a faccia con il malato ad una distanza inferiore a 2 metri per almeno 15 minuti.

Non rientrano della casistica a rischio

Non rientrano pertanto nella definizione di contatto stretto tutti i clienti rimasti all'interno della farmacia, nelle vicinanze del personale della farmacia, per meno di 15 minuti.

Intanto il comune procede con le sanificazioni

Sanificazione 1-2Il comune di Cortona prosegue gli interventi di sanificazione delle principali strade del territorio. Nelle prime ore della mattina, gli incaricati hanno provveduto a igienizzare alcune strade di Camucia, e hanno proseguito il loro intervento a Cortona e in altre frazioni del comprensorio, in particolare quelle più densamente popolate. Gli addetti al servizio stanno, dunque, intervenendo in varie zone urbane, provvedendo a igienizzarle con l’apposita macchina spazzatrice, dotata di una soluzione a base di composti di cloro diluita nell’acqua di lavaggio.

Gli spazzamenti manuali e del centro storico seguono la procedura consueta e i lavaggi dei vicoli programmati sono eseguiti utilizzando la medesima miscela igienizzante, con diluizioni di composti di cloro e sali quaternari. È iniziata, inoltre, la sanificazione di tutti i contenitori posizionati nel territorio comunale ed è stato incrementato il servizio di controllo abbandoni, e di pulizia delle piazzole, per scongiurare qualsiasi problema di igiene pubblica. Si ricordano, infine, le misure più significative disposte da Sei Toscana e recepite dall’amministrazione comunale di Cortona, tramite il proprio assessorato all’ambiente: chiusura del centro di raccolta, in località Biricocco, fino al 25 marzo e, comunque, in attuazione a tutti gli eventuali e ulteriori provvedimenti governativi in merito; divieto assoluto di abbandonare materiale presso i cassonetti o presso le aree esterne dei centri di raccolta stessi.

Il servizio ingombranti e raccolta sfalci e potature a domicilio è comunque attivo tramite appuntamento con numero verde 800127484. La consegna dei sacchi è garantita, a domicilio, una volta alla settimana, tramite le liste inviate degli stessi uffici comunali o tramite il numero verde 800127484.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Alla Chiassa non passa più nessuno". Punta la pistola in strada e si filma, ma arriva la Polizia: denunciato

  • Coronavirus, Ghinelli: "Uscite a fare la spesa? Tenete lo scontrino"

  • Medico chirurgo positivo al Covid-19 ricoverato al San Donato

  • E' morta una maestra elementare contagiata da Coronavirus

  • Il messaggio ai suoi 500 dipendenti: "Riguardatevi, torneremo". E' la prima cassa integrazione della Lem in 46 anni

  • "Se porti la mascherina ti guardano e ridono". Ilaria dall'Olanda racconta il Coronavirus: "Abbiamo avviato una raccolta fondi"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento