CortonaNotizie

Video del sindaco contro il medico, è bagarre. Pd: "Chieda Scusa". Turenci: "Creato clima di sospetto"

Dopo il video di Meoni, la Asl e l'ordine dei medici hanno risposto ribadendo la correttezza del medico. Adesso il dibattito politico si infiamma

Prima il video choc del sindaco di Cortona, Luciano Meoni. Poi le repliche della Asl e dell'ordine dei Medici. Quindi il dibattito politico. Sulla vicenda del medico del cortonese risultato positivo al Coronavirus continua ad infuriare la polemica. 

La vicenda

A gridare allo scandalo è stato gioveì scorso il primo cittadino, con un concitato video pubblicato sulla propria pagina Facebook: poco meno di due minuti di filmato in cui ha espresso la propria indignazione nei confronti di un medico - risultato positivo al Coronavirus - che a suo avviso non avrebbe rispettato le procedure anti coronavirus necessarie. In virtù di questo aveva chiesto alla Asl di svolgere un'indagine interna. 

Il messaggio choc del sindaco: "Medico positivo, non ha rispettato le procedure"

La Asl, per tutta risposta, ha spiegato che il medico non aveva mai lavorato dopo i risultati del tampone.

"Il medico attaccato sui social - ha scritto la Asl - ha lavorato per l'ultima volta il giorno 20 marzo, la positività del familiare è stata accertata il giorno 23 marzo. Il medico non era già più al lavoro ed è rimasto in isolamento". 

Dello stesso tenore la nota dell'ordine dei Medici, che parla di affermazione da parte del sindaco "priva di qualunque fondamento".

Asl: "Nessun medico ha lavorato sapendo di essere positivo"

Il dibattito politico

La vicenda ha scatenato molte reazioni. Oggi il Pd è intervenuto con una nota del segretario Francesco Ruscelli, che fa appello alla "coesione e al rispetto delle regole".

Questi sono oggi i punti di riferimento per tutti come ci ha indicato il presidente della repubblica. Con l'eccezione del Sindaco di Cortona, Luciano Meoni, che ha attaccato un medico che secondo lui sarebbe risultato positivo al Covid e che non avrebbe rispettato i protocolli di sicurezza. Sentenza e condanna del Sindaco Meoni: radiazione dall'Ordine dei medici.

La realtà? Cito lo stesso Ordine: "tale affermazione, come verificato dall’Azienda USL Toscana Sud Est, è risultata priva di qualunque fondamento".

La domanda. In un momento in cui tutti siamo chiamati ad essere responsabili, a dare notizie vere e controllate, a non creare allarmismo, soprattutto verso chi è in prima linea, un Sindaco diffonde una notizia che - in base alle verifiche di Usl e Ordine dei medici - risulta una fake news?

Considerate le prese di posizione della ASL e dell’ordine dei medici c’è da chiedersi seriamente se Meoni possa continuare a guidare la sanità in Valdichiana.

Preferisco, tuttavia, attenermi ai principi della coesione e del rispetto delle regole dettate dall’attuale situazione di emergenza, alla luce della quale è ancor più doveroso il nostro collettivo ringraziamento a tutti i medici e gli operatori sanitari impegnati sul campo.

Al Sindaco di Cortona rivolgo, però, solo un invito: chieda scusa al medico.

La fascia tricolore rende più - e non meno - responsabili di un qualsiasi cittadino.

Anche Mauro Turenci, alla guida di "Cortona Patria Nostra", è intervenuto sull'argomento con un lungo post sul proprio profilo Facebook.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Strano Comune il nostro  - scrive - dove, proprio nella giornata in cui si registra il primo decesso a Cortona per Corona Virus e muore il cinquantunesimo medico nell'adempimento del proprio dovere, il primo cittadino auspica la radiazione (....) di un medico colpevole di "non aver rispettato i protocolli".
Con la Salute non si scherza, soprattutto non si scherza con le parole e con le dichiarazioni avventate.
Non ce lo possiamo proprio permettere.
Mi auguro che si vada fino in fondo perché gettare nel panico la popolazione, creare un clima di sospetto, avviare la caccia alle streghe non è soltanto uno scivolone da attribuire a stress è semplicemente un comportamento sconsiderato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gilet arancioni in piazza, Vasco Rossi rilancia il post di Scanzi: "La farsa ha preso il posto della realtà"

  • Terribile schianto in A1: quattro vittime tra cui due bimbi

  • Boscaiolo 47enne muore schiacciato da un albero. E' un incidente sul lavoro

  • L'impatto contro un albero, poi l'intervento d'urgenza: muore giovane padre

  • Mascherine gratis nelle edicole. Ecco dove trovarle

  • Fa un apprezzamento a una ragazza, il compagno gli rompe una costola a calci: pestaggio in Guido Monaco

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento