CortonaNotizie

Centro raccolta rifiuti, raddoppiano le ore di apertura e gli accessi

L'incremento degli orari della struttura è entrato in vigore dal 1° gennaio scorso e ha avuto riscontri più che favorevoli da parte degli utenti

Cresce il numero degli accessi al centro di raccolta rifiuti, in località Biricocco, nel comune di Cortona, gestito da Sei Toscana. L’incremento degli orari di apertura della struttura, voluto dalla nuova amministrazione comunale, ed entrato in vigore dal 1° gennaio scorso, ha avuto, quindi, riscontri più che favorevoli da parte degli utenti. Il dato emerge dalla comparazione del numero di accessi rilevati nel gennaio 2019 con quelli dello stesso mese di quest’anno.

Nel gennaio 2019 erano stati 342, nel primo mese del 2020 sono stati, invece, 687. Cifre, quindi, più che raddoppiate. 

L’aumento del numero delle ore di apertura del cdr del Biricocco è stato disposto dalla giunta comunale grazie alla volontà del sindaco, Luciano Meoni, e dell’assessore comunale all’ambiente, Paolo Rossi, i quali, col supporto operativo di Sei Toscana e dell’ufficio ambiente del comune, coordinato dall’ingegner Lisa Ortolani, le hanno portate da 24 a 48 alla settimana. 

«Sono dati più che soddisfacenti e dimostrano che la decisione presa a suo tempo da questa amministrazione sta andando nella direzione giusta, afferma il sindaco Luciano Meoni. Invitiamo i cittadini a collaborare incrementando la raccolta differenziata che rappresenta un altro segnale di civiltà da parte di tutta la comunità cortonese».

In generale, i rifiuti conferibili nei centri di raccolta e nelle stazioni ecologiche sono: rifiuti ingombranti (cioè quelli che non possono essere depositati nei cassonetti e nelle loro vicinanze come vecchie reti e materassi, elettrodomestici, damigiane, stufe, termosifoni, mobili in genere, ecc); apparecchiature elettriche ed elettroniche; grandi sfalci d’erba e ramaglie; materiali e imballaggi in carta e cartone, plastica, alluminio, vetro; rifiuti ferrosi; legno; oli esausti; rifiuti speciali come pile, batterie, scarti edili, lampade a neon e a risparmio energetico. 

Rimangono sempre valide le scontistiche applicate sulle diverse tipologie di materiali, fino a un massimo di 50 euro l’anno. L’incentivo si ottiene sulla base della quantità di rifiuti differenziati, ponderati con adeguati coefficienti, in base all’importanza economica del materiale.

L’amministrazione comunale ricorda, infine, che, presso lo stesso impianto, possono essere ritirati gratuitamente i sacchetti per la raccolta porta a porta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tensione al supermercato: zuffa tra due signore, arrivano i Carabinieri

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Coronavirus, Ghinelli a Firenze: "Proporrò la chiusura delle scuole"

  • Coronavirus, numeri telefonici presi d'assalto. Rossi: "Negli ospedali percorsi dedicati". L'appello ai cittadini

  • Coronavirus, Arezzo fa prevenzione. Dal Ministero: "Isolamento obbligatorio in caso di contatto con infetti"

  • Sparisce anche la farina dagli scaffali Esselunga. "Qui si sta esagerando"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento