CortonaNotizie

"Tra selezioni assenti o fatte male, i primi 100 giorni della nuova Giunta", ecco il bilancio stilato dal Pd

Così il Pd di Cortona, con una lunga nota, stila il suo bilancio di questi primi tre mesi della nuova Giunta

"Fra poco più di una settimana, l’Amministrazione Meoni raggiungerà i primi 100 giorni di attività, il che ci permette di fare un primo bilancio del suo operato".  Così il Pd di Cortona, con una lunga nota, stila il suo bilancio di questi primi tre mesi della nuova Giunta. 

"I primi atti della nuova Giunta - sostiene il Pd - , che pure si è presentata come espressione del “cambiamento”, sono più che altro stati rivolti ad assicurare incarichi ai principali sostenitori della destra cortonese, non retribuiti ma comunque in grado di garantire rimborsi spese. Anni e anni di presenza nella Commissione Controllo e Garanzia, tuttavia, avrebbero dovuto insegnare a Meoni come si assegnano formalmente gli incarichi, cioè nel rispetto delle normative e delle regole del diritto amministrativo, aspetto che è parso trascurato nei provvedimenti adottati e sul quale si sono resi necessari approfondimenti. Nulla di nuovo, perché in questi mesi abbiamo anche imparato che la nuova maggioranza non ha ancora capito la differenza tra delibera di Giunta e atto dirigenziale".

"Già in campagna elettorale - sostiene il Pd - avevamo avanzato dubbi sulle figure dei “saggi”, utili forse a compensare le lacune di curriculum degli assessori. Dalle figure individuate – in assenza di procedure di selezione trasparenti – si evince semmai la volontà di dare un incarico a quei sostenitori che non hanno avuto collocazione altrove (Consiglio, Giunta o CDA della Cortona Sviluppo). Va capito come i loro rimborsi spesa, pagati con i soldi di tutti i cittadini, verranno gestiti, visto che nei provvedimenti di nomina non si affronta la questione come ci si aspetterebbe.

La Giunta del cambiamento ha “assunto” pure un social media manager a titolo gratuito, per dimostrarci che un giovane che ha competenze e ha studiato non può aspettarsi di più dalle istituzioni. Il lavoro va pagato, lo dice anche la Costituzione (articolo 36): Il Vicesindaco, prontissimo a vantarsi dei like alla pagina, non ha pensato che questi risultati meritano un compenso?

Da uno sguardo alla selezione-flash fatta per il Cda di Cortona Sviluppo, emerge l’esclusione di persone più titolate di alcune di quelle individuate e qualche pasticcio nella gestione delle domande, come abbiamo presentato nella nostra interrogazione . Anche in quel caso il “cambiamento” significava solo spoils system, cioè ricollocamento dei propri attivisti e sostenitori nei posti di potere?

Se questo è il cambiamento, possiamo dire che è decisamente un cambiamento in peggio. Da parte nostra, continueremo ad interpretare il nostro ruolo di garanzia come opposizione in Consiglio Comunale a favore dei cittadini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • "Dormivamo, ci sono entrati in casa e hanno rubato", il racconto. Aumentano le segnalazioni: controlli straordinari

  • "Carne francese venduta come argentina", mega multe dei Forestali a un banco di Street Food

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento