CortonaNotizie

Area ex Maialina, Meoni: "Sì della maggioranza, perché la zona sarà più fruibile"

La risposta della giunta al Pd: "Voto favorevole espresso da tutta la maggioranza nell’ultimo Consiglio comunale riguarda per ora solo ed esclusivamente l’Atto d’Indirizzo, non la variante"

Botta e risposta tra Pd e maggioranza sull'area di Camucia per la quale è stata votata una variante che potrebbe permettere la costruzione di nuovi edifici.

"Preso atto delle varie notizie fuorvianti relative all’Atto d’Indirizzo inerente alla richiesta di variante semplificata rivolta al Comune di Cortona da parte di privati che intendono costruire nella zona di Camucia denominata “Maialina” - specifica la giunta - , occorre precisare che il voto favorevole espresso da tutta la maggioranza nell’ultimo Consiglio comunale riguarda per ora solo ed esclusivamente l’atto d’Indirizzo, non la variante".

La zona interessata dal progetto è a lato dell’ex campo sportivo "dove le precedenti Amministrazioni avevano inserito un terreno edificabile" come anche una strada posta in diagonale rispetto all’asse della Sr 71. "Per completezza, va detto che il privato interessato a tale operazione avrebbe ad oggi potuto costruire a valle di detta zona (zona B) non solo il supermercato ma anche un palazzo".

Come Amministrazione abbiamo fatto un analisi guardando alla riqualificazione di Camucia partendo proprio da quella zona; poiché non si potrà più parcheggiare in tutta l’area dell’ex campo sportivo a causa del ritrovamento di reperti archeologici, nella parte a valle dello scavo potranno essere realizzati alcuni parcheggi, mentre un parco ricoprirà la rimanente aerea.

Se verrà costruito l’immobile da parte del privato, lo stesso dovrà a proprie spese costruire la strada di collegamento a via Sandrelli e via XXV Aprile, con a lato parcheggi, oltre a dover rinunciare alla costruzione di un palazzo a valle, lasciando così un’area adibita a parcheggio pubblico.

Il voto favorevole da parte della maggioranza verte proprio sul fatto che la zona sarà più fruibile e il parco, già finanziato grazie al contributo GAL, darà finalmente una concreta spinta alla riqualificazione di tutta l’area; la zona del pozzo etrusco, invece, sarà lasciata a cielo aperto, visibile e fruibile con percorsi e cartografie illustrative. Le attività commerciali esistenti saranno così valorizzate in maniera omogenea, poiché ad oggi, a causa della mancanza di parcheggi, stanno avendo ricadute negative.

L’interesse di questa Amministrazione verso il decoro e la riqualificazione di Camucia è alto, la cittadinanza merita attenzione e risposte concrete, noi ci stiamo impegnando per tutto questo. Evidentemente per alcuni la campagna elettorale non è conclusa anzi, alcuni sono convinti di poter fare bella figura e magari tornare in auge ma, purtroppo per loro, crediamo che abbiano sbagliato strada. Per ultimo, vorremmo ricordare che molte persone, soprattutto alcuni personaggi “pseudo politici” e oggi “tifosi” di chissà quale tutela, negli anni scorsi sono rimasti silenti e in disparte quando a Camucia venivano sepolte intere zone Etrusche con colate di cemento. Gli stessi hanno la memoria corta e forse non a caso!

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Lieve scossa di terremoto ad Arezzo: epicentro nella zona di Olmo

  • Schianto auto-moto tra Pieve al Toppo e San Zeno: grave 43enne. Strada temporaneamente chiusa

  • Guida 2020 de L'Espresso: due ristoranti della provincia di Arezzo con il "cappello". Tutti i top della Toscana

  • Scossa di terremoto nell'Aretino: 2,7 gradi della scala Richter

  • Incidente stradale lungo la Statale 73: tre persone ferite

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento